Per sempre vicini al cliente

Prima, durante, dopo e per sempre vicini al cliente.

Navigando in rete, usando la parola “innovazione” come chiave di ricerca, siamo capitati su un articolo apparso sul Sole 24 Ore del 30 Luglio scorso. L’autore parla di Samsung, dell’ennesimo trimestre in discesa con il business degli smartphone e delle sue possibili cause.

«Samsung non riesce a superare la sindrome del follower e continua con la strategia del “lo faccio anche io!”. Anche a costo di buttare via il proprio DNA e i propri punti di forza come espandibilità e flessibilità»

Il punto cardine sembra proprio nell’unicità e nella sostanziale differenza di punti di vista.

Quali? Quello del BRAND e quello di chi sceglie!

Sappiamo come la riconoscibilità del brand sia fondamentale e serva ad attrarre fiducia e fedeltà della clientela, ma sappiamo anche che inseguire la notorietà del brand mettendo in secondo piano la propria unicità e – soprattutto – il bisogno del cliente si riveli spesso una scelta rischiosa, quando non catastrofica.

La nostra storia e il nostro approccio, fin dal 1994 (anno della fondazione di Leonardo), sono sempre stati più legati al cliente che a noi.

Quando siamo partiti, prima di costituire la società, c’erano aziende specializzate nei banchi di collaudo, altre forti sui sistemi di controllo qualità di alcune componenti, altre ancora riconosciute per la loro affidabilità nei test di funzionamento.

Qualcuna di queste imprese aveva marchi famosi.

Molte di loro erano “leader” nei rispettivi segmenti.

Cosa mancava?

Qualcuno che seguisse l’intera filiera, che rispondesse al bisogno dei clienti senza saltare da un fornitore all’altro, ma partendo da quello che serve, quando serve e come serve.

O addirittura prima, durante, dopo e per sempre.

Prima: immaginando e progettando lo strumento perfetto (per controllare, misurare, testare e verificare parti o interi macchinari).

Durante: testandolo.

Dopo: installandolo.

E per sempre: manutenendolo e verificandolo periodicamente.

Ecco perché siamo stati definiti una “sartoria tecnologica” ed ecco perché siamo riusciti a festeggiare il nostro XX anniversario.

Il nostro impegno?

Migliorare ancora.

“L’essenza stessa del Kaizen è molto semplice e quasi disarmante: Kaizen significa migliorare grazie al coinvolgimento di tutti, lavoratori e manager.
La filosofia Kaizen prevede che il nostro modo di vivere, al lavoro, nella vita sociale, tra le pareti di casa, migliori in maniera costante”
Masaaki Imai (“guru” della qualità)

Fonti: